Laurearsi nel 2020: un’esperienza non ordinaria

Nel 2020 tutto è stato stravolto, comprese cerimonie e festeggiamenti. La laurea è forse uno dei momenti più belli e memorabili della vita e chi si è laureato nel 2020 sicuramente ha visto stravolgersi i piani che aveva in testa da anni. I laureandi hanno dovuto adattarsi alle nuove modalità, o telematiche o in presenza con mascherine e distanziamento, e ciò ha reso il momento un’esperienza del tutto fuori dall’ordinario. Quali sono state le impressioni più comuni? Alla fine di questo 2020 tiriamo le somme raccogliendo qualche commento di ragazzi neolaureati.

Laurearsi nel 2020

Laurearsi nel 2020: qualche esperienza

Marika, 25 anni, laurea in Comunicazione professionale e multimedialità

Le mie impressioni sulla laurea a distanza sono state positive, sicuramente quello che mi è mancato di più è stata tutta la preparazione iniziale per raggiungere l’Università e il fatto di non poter includere amici lontani. Nonostante ciò, l’atmosfera intima della casa con accanto le persone più care è stata altrettanto emozionante ed è stata data, comunque, la possibilità di essere seguiti da chi non era fisicamente presente quel giorno (tramite il link al collegamento Zoom). Ho vissuto, quindi, un momento significativo e denso di emozioni seppur in una situazione diversa dalla normalità.

Evelyn, 25 anni, laurea in Comunicazione pubblica e d’impresa

Laurearsi nel 2020 è stata un’esperienza strana. Strana perché non erano le modalità che mi aspettavo, strana perché mi ha fatta sentire immersa in un anno imprevedibile e per certi versi drammatico come è stato il 2020. Mi sono laureata il 23 ottobre in Comunicazione pubblica e d’impresa all’Università degli Studi di Milano. Tutte le altre sessioni di laurea dell’anno sono state telematiche, la mia, solo per le magistrali, in presenza. Fino alla sera prima regnava il caos. Nei gruppi girava voce che forse sarebbe stata telematica perché un presidente di commissione aveva deciso così all’ultimo, poi il mio relatore mi scrive alle 22 che no, sarebbe rimasta in presenza, e mi ha dato l’in bocca al lupo. Email che mi ha scaldato il cuore e che mi ha fatta sorridere nonostante la paura per la discussione del giorno dopo. Io odio parlare in pubblico, non parliamo poi farlo davanti a una decina di professori, 6 o 7 lì in presenza e i rimanenti collegati via Teams da casa. Il giorno non prospettava niente di buono, pioveva a dirotto e c’era sciopero dei mezzi, avrei anche dovuto discutere con la mascherina, come se non avessi già difficoltà a parlare ad un microfono normalmente. Beh posso dire che dopo più di due ore di attesa, quando è toccato a me, ho sentito una profonda forza interiore, qualcosa che mi diceva “vai, è il tuo momento e goditelo tutto”. Relatore e correlatore mi guardavano con tenerezza, sicuro avevano captato la mia ansia, ma nonostante le mascherine che coprivano i sorrisi mi hanno infuso tantissimo coraggio. Non si poteva dar loro la copia stampata della tesi né stringere alla fine le mani alla commissione, come si fa di norma, ma questi sono dettagli. Il momento della proclamazione è stato esattamente come lo immaginavo da una vita: l’emozione di stare lì davanti e sentirsi dire “la proclamo dottore”, con la massima votazione che avrei potuto desiderare. In quei momenti trattenere la commozione non è facile, una lacrimuccia è scesa sotto la mascherina, e lo stesso ai miei genitori che stavano lì appena dietro di me. Avevo solo loro, non si potevano portare più di due persone. Ma chi ha bisogno di grandi festeggiamenti quando hai già tutto quello che serve per essere felice?

Giovanna, 24 anni, laurea in Storia dell’Arte

Laurearsi online non era quello che avevo immaginato quando mi sono iscritta alla laurea magistrale. Per la mia triennale avevo potuto festeggiare con i miei amici e compagni di corso, avevo potuto brindare con più e più persone.
Al di là dei festeggiamenti limitati, laurearsi da casa (ero una studentessa fuori sede), lontana chilometri e chilometri dal luogo dove sarei dovuta essere (nella mia università a Milano) é stato molto strano.
L’ansia che la connessione potesse saltare da un momento all’altro, aiutata dal maltempo che c’è stato nei giorni della mia discussione si aggiungeva a quella dovuta all’evento stesso.
Tra l’altro, il Presidente, appena iniziata la cerimonia, ci ha detto di avere problemi direttamente dalla connessione dell’università.
Sicuramente la soddisfazione é la stessa, online o in presenza, il peso di anni di sacrifici e ambizioni svanisce nel momento stesso in cui ti proclamano.
I professori che ti fanno le congratulazioni, i tuoi genitori seduti sul divano che a causa delle cuffie che indossi non possono sentire nulla di ciò che viene detto dall’altra parte dello schermo e che possono sentirsi rassicurati solo dal pollice all’insù che puoi alzare da sotto al tavolo per dire che sta procedendo tutto bene… non c’è dubbio che avrei preferito fare tutto dal vivo e poter abbracciare soprattutto chi non ho avuto modo di avere accanto, ma l’importante é avere raggiunto anche quest’altro obiettivo.

Sara, 22 anni, laurea in Didattica dell’arte per i musei

Devo essere sincera: mi ritengo molto fortunata ad essere riuscita a laurearmi in presenza. A differenza di molti miei amici che si sono laureati nel 2020, ho avuto l’opportunità di avere lì con me la mia famiglia a sostenermi e i miei amici ad aspettarmi fuori per festeggiare insieme. Certamente, avrei preferito che avessero assistito alla discussione e alla proclamazione anche i miei nonni e i miei amici, ma sono comunque felice di come sia andata…. sarà per la laurea magistrale!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...