«Lo hai presente Marinetti? […] Marinetti è una carogna, ha cominciato col cantare la guerra, ha fatto apologia delle carneficine, è un terrorista, ha salutato la marcia su Roma, Marinetti è una carogna e bisogna che io lo dica».

Sostiene Pereira, Antonio Tabucchi; finito di scrivere nell’agosto del 1993.
Lo sfondo è quello di una torrida Lisbona nel mese di agosto.
Anno 1938, che in altre parole significa Hitler, Mussolini, Franco e Salazar.
Portogallo salazarista, l’unico Portogallo che il mondo conoscerà fino all’anno 1974. Per la Spagna, basti pensare che Guernica, dipinta da Picasso nel 1937, poté finalmente lasciare gli Stati Uniti solo nel 1981, dopo più di 40 anni di permanenza negli States come “prestito del popolo spagnolo”.
Pereira significa ‘albero di pero’; in Portogallo, gli ebrei cambiavano il loro cognome con i nomi degli alberi da frutto, così come in Italia facevano lo stesso con quello delle città. La scelta dell’autore vuole omaggiare il popolo d’Israele, che più di ogni altro ha vissuto sulla propria pelle la macchia nero indelebile del nazifascismo.
Il Signor Pereira è un giornalista, dirige la pagina culturale di un giornale del pomeriggio chiamato ‘Lisboa’ e ama la letteratura francese del secolo lungo: Mauriac e Bernanos, per esempio.
Un giorno, egli decide di assumere un giovane, appena laureatosi con una tesi sulla morte, per scrivere i necrologi del suo giornale.
Tuttavia, per il regime salazarista, non è possibile dare spazio alla verità, nemmeno nello spazio di un necrologio, nemmeno dopo la morte. Elogiare Majakovskij e scrivere che Marinetti fu una carogna è fuori discussione: l’Italia, la Germania e la Spagna sono alleate di Salazar.
Eppure Pereira ha conosciuto Monteiro Rossi, il ragazzo appunto, e la sua compagna (Marta) e qualcosa è cambiato, nell’apatica rassegnazione del grasso e malato di cuore Signor Pereira, qualcosa ha iniziato a volere di più, a chiedere la verità. Un capolavoro della letteratura contemporanea.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...